L'accordo istituzionale tra la Svizzera e l'UE sta occupando la politica elvetica da molti anni. Dalla fine del 2018 è disponibile un risultato di negoziato, ma da allora non è cambiato molto. Il Consiglio federale ha preso atto dell'accordo, ma finora non l'ha firmato. Anche la consultazione politica interna è stata completata da tempo e l'iniziativa contro gli Accordi bilaterali dell’UDC è fuori discussione. Eppure, l'accordo è ancora molto lontano. A metà ottobre il Consiglio federale ha nominato un nuovo capo negoziatore nella persona di Livia Leu, ma secondo l'UE non c'è più nulla da negoziare.

Perché i gli Accordi bilaterali hanno bisogno di un nuovo quadro giuridico? Quali accordi sarebbero interessati? Quali sono i punti critici che bloccano la ratifica - e cosa succede se non li ratificassimo? aperta+sovrana ha accompagnato a lungo il controverso argomento, perché è già oggi chiaro che l’accordo dovrà essere deciso prima o poi alle urne. Per rispondere alle domande più pressanti, abbiamo aggiornato la nostra scheda informativa sull'accordo istituzionale.