L’8 maggio 2019 la Bertelsmann SE & Co. KGaA ha pubblicato uno studio nel quale viene presentata un’analisi delle regioni che beneficiano maggiormente del mercato interno europeo. Un dato in particolare salta subito all’occhio: con un reddito di 2’914 euro pro capite la Svizzera si trova al primo posto della graduatoria comprendente i 31 Paesi analizzati. Secondo gli autori dello studio, i Paesi che sono situati centralmente beneficiano maggiormente del mercato interno rispetto a quelli situati in periferia, la posizione della Svizzera presenta dunque notevoli vantaggi. Il confronto tra regioni mostra chiaramente come tutte quelle svizzere, con una crescita del PIL stimata tra 2'550 e 3'592 euro, siano all’interno della top ten.

Lo studio conferma ancora una volta come gli accordi bilaterali con i Paesi vicini siano una ricetta di successo per il nostro Paese. È quindi molto importante proteggere questi accordi in modo da poter continuare ad operare con la stessa efficacia di prima.

Dal 2015 l’alleanza nazionale aperta+sovrana si impegna a favore della connessione internazionale del nostro Paese e per il proseguimento della via bilaterale. L’apertura della Svizzera è però una spina nel fianco per alcuni gruppi politici. In seguito all’iniziativa per l’autodeterminazione e al recente referendum contro la nuova legge sulle armi e Schengen/Dublino, l’apertura del nostro Paese è ora nuovamente minacciata. Già l’anno prossimo le cittadine e i cittadini svizzeri dovranno votare sull’iniziativa per la limitazione, lanciata dall’UDC. Essa vuole mettere fine alla libera circolazione delle persone e di conseguenza anche agli Accordi bilaterali I, ad essa direttamente legati. Specialmente alla luce di questo studio si capisce subito che accettare una simile iniziativa significherebbe tirarsi la zappa sui piedi. Per questi motivi aperta+sovrana si impegna con convinzione, ora come in futuro, per una Svizzera forte e sovrana.

Leggete lo studio completo qui: https://www.bertelsmann-stiftung.de/fileadmin/files/BSt/Publikationen/Gr...