«Una Svizzera interconnessa e forte è possibile soltanto con una politica europea costruttiva». Le parole di Suzanne Thomas, direttrice del gruppo BKW, attivo a livello internazionale, hanno un’eco particolare.

Di fatto, pochi settori mostrano l’interconnessione della Svizzera con i suoi vicini così bene come il mercato dell’elettricità. Nel sistema europeo, la Svizzera funge da piattaforma del commercio dell’elettricità. Se la produzione francese è eccedentaria, le eccedenze possono essere inviate, attraverso la Svizzera, verso regioni che registrano momentaneamente una penuria, ad esempio l’Italia o la Germania. Il commercio transfrontaliero dell’elettricità mostra fino che punto le società e le economie del nostro continente sono collegate: esse hanno bisogno le une delle altre, ragione per cui un atteggiamento costruttivo e una collaborazione fruttuosa rivestono un’importanza cruciale.